sabato 3 giugno 2017

FLASH DRAGON UN SUPER ROBOT TUTTO ITALIANO

Un articolo decisamente off topic, per il monolito ma sicuramente interessante per chi ha avuto un'infanzia tra gli anni 70/80. Infatti, mi rivolgo a quella generazione cresciuta a "robottoni", cioè, con i cartoni giapponesi creati da Go Nagai. 








Tutti abbiamo sognato di avere il nostro super robot personale e alcuni, come il sottoscritto, che se la cavavano bene col disegno, si creavano il proprio robot personale. Così, nel 1980, creai il mio robottone e lo chiamai Flash Dragon. Ne feci delle storie a fumetti che, sia pure con un tratto infantile, mi procurarono a scuola un discreto gruppetto di fan. Crescendo, sono diventato un fumettista e un illustratore ma, l'epoca dei super robot era ormai finita. Oggi grazie a un nostalgico revival anni 80, sono ritornati alla ribalta anche i mitici robottoni in forma di collane di DVD, collezioni di statuette, fascicoli settimanali, modellini ecc. Per tanto, mi è sembrato giusto, se non doveroso, rispolverare questo mio personaggio e dargli nuova vita. Grazie alla passione per il papercraft (modellismo di cartone) e con l'aiuto di un amico progettista di paper models, sono riuscito ad ottenere anche un modello in scala 1:100 del mio personaggio. 
In vista di un mio probabile ritorno al fumetto, proprio grazie a Flash Dragon, voglio presentarvi in anteprima le immagini e alcune caratteristiche del personaggio.

Caratteristiche salienti
Genere: super robot da combattimento
Nome: Flash Dragon
Provenienza: (niente spoiler)
Altezza: 40m
Pilotabile: si, tramite una navicella agganciabile alla testa (come vuole la tradizione) chiamata "Spettro del Drago"
Può volare: grazie ad un jet-pack fissato sulla schiena, non separabile.
Trasformabile: no
Armi:
Raggio Alfa
Lama di fuoco
Raggi fotonici
Sfera del drago
Croci del sud
Artigli del drago
Fulmine del drago



Come si può vedere dall'illustrazione, Flash Dragon è in puro stile Nagai, tuttavia presenta, rispetto ai predecessori a cui si ispira (Grandizer, Great Mazinger, Jeeg) alcune caratteristiche uniche. Non lancia i pugni, non ha un supporto agganciabile per il volo. Ma ha ugualmente un discreto bagaglio di "armi spaziali".

Come mostra questa illustrazione è provvisto di un' alabarda chiamata "lama di fuoco" creata con le due lance presenti sul torace. Queste lance, quando sono fisse al torace erogano un potente raggio termico, il "raggio alfa"
Un'altra caratteristica unica, sono le stelle presenti sulle braccia. Sono lame lanciabili, "croci del sud", che all'occorrenza fungono anche come artigli a scatto "artigli del drago".



Non voglio svelare tutto riguardo al personaggio e alla sua storia ma potrete avere un indizio grazie ad una leggenda appositamente  creata, ispirata alla tradizione del popolo Comanche.


A questo punto, credo di aver svelato anche troppo, vi lascio alla prima copertina e alle foto del modello in scala.
                                                                              O. Felace







                                                           
                                                           

Nessun commento:

Posta un commento

Il disco nel lago di Vostok: dopo trent’anni il mistero è ancora fitto

Trent’anni e venticinque milioni di anni. Queste sono le tappe di quello che, probabilmente, è oggi il più affascinante mistero che riguard...