sabato 2 agosto 2014

TILACINIO, O CHUPACAPRAS? OVVERO LA TIGRE DELLA TASMANIA.

di O. Felace

Il Tilacino

Il Thylacinus cynocephalus,detto anche Tilacino o tigre della Tasmania, era un carnivoro marsupiale diffuso in Australia fino a un migliaio di anni fa, (quando l'introduzione del Dingo da parte dell'uomo ne provocò l'estinzione) e in Tasmania fino a circa il 1930, anno in cui la spietata caccia da parte degli allevatori locali unita all'avidità dei giardini zoologici americani ne provocò la completa estinzione. L'ultimo avvistamento di un Tilacino in libertà risale al 1932, mentre l'ultimo esemplare in cattività , Benjamin, morì nello Zoo di Hobart (capitale dellaTasmania) il 6 Settembre 1936. Nonostante il mondo scientifico dia per certa la sua estinzione, vi sono stati alcuni avvistamenti di questo animale in tempi recenti.

Questa Foto di un tilacino mostra la sua grande apertura mandibolaIl Tilacino era un grande carnivoro marsupiale, assomigliava ad un grosso cane a pelo corto con una coda simile a quella di un canguro e strisce nere sul dorso; era lungo dai 110 ai 120 centimetri, ma alcuni fossili riportano una lunghezza di più di due metri. Una delle peculiarità dell'animale era l'apertura mandibolare incredibilmente ampia, inoltre, aveva una sacca marsupiale che si apriva posteriormente. Nel tardo Pleistocene era già diffuso in tutta l'Australia, questa situazione venne sconvolta dall'introduzione, da parte dell'uomo, di un cane rinselvatichito, il Dingo. Nel 1977 vi fu un possibile avvistamento di un gruppo di 8 esemplari, compresa una madre con cuccioli, nel territorio Victoria. La notizia riaccese il dibattito sulla sopravvivenza di questa straordinaria creatura.
Nel 1999 uno scienziato britannico recuperò del DNA di tilacino prelevandolo da un'esemplare conservato in alcool etilico dal 1866. La qualità del materiale genetico era abbastanza alta, per cui, lo scienziato, decise di clonare il DNA del marsupiale estinto per tentare di ripristinare la specie. L'esperimento riuscì, ma l'esemplare clonato presentava gravi malformazioni che non ne hanno consentito la sopravvivenza per più di qualche secondo.
Ma, personalmente ho il sospetto che i tentativi di clonazione siano andati avanti e che qualche esemplare, sia pur deforme, sia sfuggito. questo spiegherebbe il ritrovamento di Phylis Canion, nutrizionista Texana, che non solo ne ha cacciato uno, ma lo ha addirittura imbalsamato. questo animale sarebbe il responsabile di parecchie morti di animali nella sua fattoria e negli allevamenti vicini, le cui carcasse presentavano strane mutilazioni.
"Non era come un animale che avessi mai visto. Pesava circa 40 chili e aveva grandi occhi azzurri, un muso con un morso profondo e una pelle come quella di un elefante." racconta la donna.Certo è, che la somiglianza con il Tilacinio è piuttosto marcata e non sapendo praticamente nulla su questo animale è possibile che le sue abitidini alimentari abbiano creato il mito del chupacabras.
Thylacinus cynocephalus

In testa all'articolo e qui sopra,il Tilacinio o tigre della tasmania.
Sotto,  le foto della creatura trovata da Phylis Canion, il presunto chupacapras.







L'unico video di un tilacino fu realizzato nello zoo di Hobart poco prima che l'ultimo esemplare morisse. 

Nessun commento:

Posta un commento